Campionati Italiani Under 23 e 20 – AGROPOLI 2018 e Chiari

Venerdì 1 Giugno 2018 primo giorno di gare ad Agropoli per i Campionati Italiani Junior e Promesse.

Di seguito il commento di Maurizio Mastrototaro che ringraziamo per le sue doti di allenatore ma anche di narratore.

” La pista e le pedane sono di buon livello, un pò meno il parcheggio e i bagni.

Ma veniamo alle nostre gare.

Alle 10 parte la nostra altista junior Isabel Caglioni, che salta facilmente 1,50 eguagliando lo stagionale outdoor, nella successiva misura di 1,55 ci sono delle difficoltà ma vengono superate con un buon salto, la barriera di 1,60 purtroppo non viene passata anche se ci sono 2 tentativi più che dignitosi.

Nel pomeriggio è la volta della promessa Daniele Monguzzi nel salto in lungo. Purtroppo alla seconda prova della rincorsa un problema muscolare lo ferma senza riuscire più a saltare. Peccato per Daniele alla sua prima partecipazione a un Campionato Italiano.

Il giorno successivo Sabato 2 le gare per i nostri colori iniziano all’ora di pranzo con la velocità sulla distanza doppia dei 200m. I due Junior Jocelyne Guimarães e Moussa Ndiaye. Jocelyne corre in 25.77, un tempo vicino al personale ma lontano dalle sue reali possibilità, troppa tensione e quindi una forte rigidità muscolare la costringono ad una gara tutta di forza non propedeutica alla distanza. Per Moussa invece personale da 22.31 ventoso, ma una gara troppo timorosa corsa in difesa senza mai provarci veramente. Queste critiche (costruttive) ai nostri velocisti sono nella speranza di trovarli più pronti per i prossimi appuntamenti.

Anche per l’altra Junior Gaia Bolognini gara molto nervosa con errori subito in partenza che condizionano fortemente il risultato finale della prova, chiude i suoi 400H in 1.09.93. Per le tre ragazze ora si apre il mese della maturità a tutte tanti auguri per il prossimo impegno.

Finisce per ultima nella serata, la gara dell’asta Promesse, che parte con un ritardo di oltre un’ora. Ma la nostra saltatrice Beatrice Ferrari non si fa distrarre. La  progressione delle misure è molto dura, si sale di 20 cm. a volta. Sul campo sotto un sole africano viene aiutata dal nostro tecnico Fausto Frigerio, e in collegamento telefonico anche dal suo Alberto Delle Fave. La prima misura è a 2,80 e viene superata senza patemi. Anche la successiva a 3 metri non crea grosse difficoltà, mentre a 3,20 iniziano le difficoltà, che vengono superate con i consigli, e le doti di acrobazia e coraggio che Beatrice esprime in pedana. A 3,40 che è anche il suo P.B., trova due salti molto buoni che però falliscono. Bel rientro alle gare che contano a distanza di 2 anni dal precedente Campionato Italiano di Ancona, causa infortunio. Aspettiamo l’atleta ai primi di Luglio con i due Campionati Regionali Promesse e Assoluti per una prova ancora più convincente.

Contemporaneamente ai Campionati di Agropoli nella giornata di Sabato, in Lombardia, si svolge il Meeting Nazionale Giovanile di Chiari.

Sono presenti per noi i nostri migliori Allievi. La gara in cui raccogliamo più soddisfazione sono i 110H dove Fabio Izzo dopo una batteria in controllo corsa in 14.88, vince la finale in una sfida all’ultimo respiro con il personale di 14.57 contro il principale rivale per i campionati Regionali di categoria. Il 14,57 è anche minimo per gli Europei Allievi, anche se per sperare nella convocazione per l’Ungheria si dovrà scendere di altri 3\4 decimi.

Niente male. Bene pure nella velocità con altri personali. Il migliore risultato è per Rebecca Provenzi, che vince la batteria con il P.B. di 12.77, che gli consente l’accesso alla finale dove si piazza quinta in 12.73. Brava Rebecca! Bella batteria con sfida sociale tra Simone Parietti e Thomas Romano, nei 200m. di settimana scorsa il Romano si imponeva per 6 centesimi, questa volta Simone tira fuori la grinta delle migliori occasioni e trova il personale contro l’amico\rivale correndo in 11.60, mentre Thomas si ferma a 11.75. La sfida al podio del Monti è ancora aperta.

Nell’alto l’idolo del pubblico femminile Paolo Ubbiali arriva senza errori a 1,85, poi evita la successiva misura di 1,89 e si concentra sull’ 1,91 per dare una botta al personale, ma purtroppo il colpaccio non riesce.

Come al solito chiudiamo con chi nell’Atletica fa veramente fatica e cioè Lucrezia Curcio che corre i 1500m. in 5.31.90. Rieti si avvicina con belle gare a Chiari per i nostri ragazzi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...