CDS Femminili 2016- Showtime

Lodi. Seconda giornata dei CdS.

L’obiettivo è migliorare il più possibile i risultati di Pavia.

Vediamo com’è andata.

Prima giornata.

100 m.

Nella quinta serie scende in pista Denise, non al meglio. Il tendine non è a posto ma lei ci prova comunque. E, purtroppo, non va come sperava. Agli 80 metri il tendine si mette in sciopero, Denise stringe i denti e arriva al traguardo. Ma è dolorante e zoppicante. Zoppica anche il tempo. Resta buono quella della prima giornata. Ora ci vorrà un po’ di riposo. In bocca al lupo, Denise!

Sesta serie, ed ecco Jocelyne. Tesa. Tesissima. Un corda di violino. Il suo allenatore Luciano (Bolognini) prova ad accordarla ma lei parte contratta e chiude in 12.97. Sotto i 13”, sette centesimi in meno di Pavia, ma lei è esigente e vorrebbe di più. Magari quei dodici centesimi che la porterebbero agli italiani. Ma quando la delusione è figlia dell’ambizione a migliorarsi, può essere una molla potentissima!

Settima serie, tocca a Beatrice Bizzarri. E Beatrice ci regala una gara eccezionale: è rilassata e sicura di sé e la sua corsa è lo specchio dello stato d’animo. Parte bene, corre benissimo e arriva anche meglio, con margine, chiudendo con un eccellente 12.67. Il minimo per gli italiani è a soli sette centesimi. Vicino, maturo, pronto per essere colto.

400 m.

I colori della ABC sono difesi da Gaia Stella Bolognini.

Gaia chiude in 1.01.32, continua a migliorarsi e lascia intravedere ancora ampi margini.

Ma il suo pensiero, forse, è già rivolto alla gara del giorno successivo.

Eppure il minimo per gli italiani è a soli 32 centesimi…

Martello.

In pedana Eleonora Guelpa (categoria SF), assente nella prima giornata.

Ed è subito record! Eleonora conclude la gara al quinto posto con la misura di 46.81, nuovo primato personale per lei e nuovo record sociale per la ABC!

Congratulazioni ad Eleonora che deteneva anche il precedente primato realizzato sempre a Lodi nel 2013.

Gli oltre 800 punti sono la ovvia ricompensa ad una delle migliori performance sportive di giornata per i nostri colori.

Peso.

Dopo il lancio del Martello, è sempre Eleonora a gettare il peso. E il risultato è ancora di tutto rispetto: 10.09 e settimo posto assoluto.

Grande Eleonora!

Seconda giornata.

400 hs.

Riecco la nostra Gaia. Che, da atleta consumata, non fa i record nei meeting minori, ma aspetta quelli più ricchi.

Ecco perché non ha fatto personale e minimo a Bergamo ma ha voluto attendere la più blasonata tappa dei CdS di Lodi per sferrare la zampata che, con 1.08.73, le vale, in ordine sparso: secondo posto di batteria, undicesimo assoluto, personale e minimo per gli italiani a Iesolo. Serve altro?

200 m.

Nella settima serie riecco la nostra Jo, molto più tranquilla del giorno precedente.

La partenza è un po’ contratta, con il leggero timore di chi inizia piano per paura di dover concludere piano. Ma poi Jo ascolta Luciano e lascia andare la corsa. Il movimento si fa più fluido e ne esce il personale di 26.90!

Quasi due decimi in meno di Pavia e un’ottima sensazione complessiva.

800 m.

Giulia, questa volta, si concentra sugli 800 m. e prova a centrare il bis dei minimi.

La gara è complicata con tutte le atlete più o meno sullo stesso livello a darsi battaglia.

Giulia, memore dell’imbottigliamento di Pavia, decide che, tutto sommato, farla tutta in seconda corsia può non essere così male, che saranno mai 30 metri in più o in meno!

La tattica è forse appena un po’ dispendiosa, ma le consente di uscire bene nel finale e di portare a casa, con 2.19.13, il suo nuovo personale sulla misura e il suo secondo minimo per gli italiani.

Terzo personale di giornata, showtime!

Salto in lungo.

Abbiamo in gara Francesca Iossi e Gaia Carminati.

La giovanissima Gaia continua a prendere confidenza con le gare e chiude con 4.12, migliora così il risultato di 3.55 ottenuto nella prima fase a Pavia.

Francesca è bravissima e salta 5.07, concludendo al diciottesimo posto e con la promessa di provare a fare ancora meglio alla prossima occasione, se solo non saltasse a 20 cm dalla pedana. Pazzesca!

Salto con l’asta.

In gara Beatrice Ferrari e Anna Flavia Venturelli.

Anna si ferma presto, uscendo a 2.80 e non può essere soddisfatta. Ma i 3.00 (che portano in dote il minimo per gli italiani) non sono così in alto come sembrano. Forza Anna!

Beatrice, che il minimo lo ha già portato a casa, cerca di ritrovare la fluidità nell’azione che l’aveva portata a volare fino a 3.40. Purtroppo Beatrice si ferma di nuovo a 3.00 e non riesce a migliorarsi. Magari con un’asta sua e non in prestito potrebbe essere più facile.

Lancio del giavellotto.

Abbiamo ancora Francesca ma anche la giovanissima Yasmin Ezzinaoui.

Francesca è costretta, come le altre atlete tranne una, ad attendere il ritardo della favorita.

Ma la favorita si ritira, il ritardo innervosisce e Francesca chiude a 33.70 (senza migliorarsi) quando ormai è praticamente buio.

Yasmin, nel gruppo precedente, termina in 24.71 con il tifo in tribuna dei genitori e dell’immancabile sorella Kwatar.

E così questa seconda giornata dei CdS porta la ABC Progetto Azzurri a ben 14041 punti e le consente di scalare una posizione nella classifica di società che, ora, la vede al 14esimo posto.

E, a questo punto, considerato l’impari confronto con i maschi impegnati a Chiari (BS) forse sarà il caso di valutare il cambio di denominazione in ABC Progetto Rosa (e dirlo, sappiatelo, mi costa molto).

Ma ora cambiamo passo e passiamo dalla lunga cronaca al breve commento.

Per dire che, ancora una volta, le ragazze ci hanno regalato buonissime prove, arricchite da primati personali e minimi per le finali nazionali (oltre a un nuovo primato societario!).

E l’hanno fatto mantenendo un complicato equilibrio tra studio (o lavoro) e allenamento, tra una verifica in diritto o in latino e le ripetute o la tecnica agli ostacoli, tra la pianificazione degli esami universitari e quella degli allenamenti, tra ambizione e passione.

Perché è più facile rimanere in equilibrio correndo, saltando e lanciando, muovendosi e cercando sempre di migliorarsi. E poi fissare l’obiettivo un po’ più in là.

E allora, al prossimo record!

M.Dovier

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...